Comunicati

L’OPV e il mito di Ercole

15 Set 2020

Si è conclusa con uno straordinario successo di pubblico la prima edizione della rassegna culturale intitolata Il mito di Ercole: Rinascimento e Rinascita ideata e curata dall’architetto Paola Cattaneo e realizzata grazie alla collaborazione dell’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e il sostegno della Fondazione Alberto Peruzzo.

Sviluppata in cinque appuntamenti distribuiti da luglio a settembre in alcuni dei luoghi più rappresentativi del Rinascimento patavino – il cortile di Palazzo Mantua Benavides, il Chiostro del Noviziato della Basilica del Santo e il Cortile della Loggia e Odeo Cornaro – la rassegna ha introdotto una formula originale quanto inedita che ha visto alternare il confronto su alcuni temi legati all’arte, la musica, la gestione dei beni culturali e la spiritualità, avviato da alcune eccellenze culturali del territorio, all’esecuzione di alcune pagine musicali correlate agli argomenti specifici e interpretate dall’Orchestra di Padova e del Veneto modulata per l’occasione in diverse formazioni ridotte, adeguate alle dimensioni dei giardini rinascimentali.

Le cinque serate poste sotto il segno di Ercole quale nume tutelare del Rinascimento, si sono proposte inoltre come unica chiave di accesso per alcuni cortili cinquecenteschi privati di Padova, aperti a un pubblico composto da più di 1000 persone esclusivamente durante la rassegna, e presentati in tutto il loro splendore anche grazie a un adeguato piano di illuminazione che ne ha messo in risalto le caratteristiche di unicità. La serata finale ha inoltre unito le parole e la musica in una memorabile lezione-concerto di Giovanni Bietti interamente dedicata a Ludwig van Beethoven nel 250° anniversario della nascita. 

Biglietti

  • INTERO € 20
  • RIDOTTO UNDER 35 € 20

I biglietti sono in vendita online su WEBtic e dal 15 marzo anche presso Gabbia Dischi (via Dante 8, Padova). Si precisa che i posti non sono numerati: la scelta del posto nella pianta risponde esclusivamente ad una esigenza di carattere tecnico e non è in alcun modo vincolante.

Acquista biglietti

  • TOPICS
  • Concerto di Primavera

Comunicati

«Aura»: la 55a Stagione concertistica dell’OPV

08 Set 2020

Dal 15 ottobre 2020 al 6 maggio 2021 la nuova Stagione concertistica firmata dal Direttore musicale e artistico Marco Angius si articolerà in 15 appuntamenti.

In apertura un evento straordinario al Gran Teatro Geox con la “Nona Sinfonia” di Beethoven e un particolare omaggio a Morricone, per proseguire al Teatro Verdi per il resto della Stagione con i Concerti pianistici di Chopin, prime assolute, nuove commissioni e alcune rarità.

L’attività concertistica nelle nuove sedi, che garantiscono una partecipazione in piena sicurezza per il pubblico e i musicisti, sarà accompagnata per la prima volta dalla possibilità di ascoltare le registrazioni dei programmi in Stagione sulla nuova piattaforma OPVLIVE.

Mai come quest’anno la presentazione della nuova programmazione concertistica si è tradotta nella coraggiosa risposta al drammatico periodo storico che anche la musica e lo spettacolo dal vivo stanno vivendo. Un impegno che l’Orchestra di Padova e del Veneto ha immediatamente deciso di prendere nei confronti del pubblico, che per tutto il periodo estivo ha decretato il pieno successo delle iniziative dell’Orchestra, sia dal punto di vista quantitativo, presentando un progetto che si sviluppa sul lungo periodo – contrariamente a quanto le condizioni attuali sono in grado di suggerire – che qualitativo, con una programmazione capace di intrecciare i più grandi capolavori del passato al gusto per la scoperta di un repertorio più ricercato, attraverso un fitto intreccio di tematiche che verranno sviluppate alla presenza di alcuni tra i più acclamati interpreti sulla scena internazionale.

Con il titolo Aura, il Direttore musicale e artistico dell’OPV Marco Angius  annuncia così la nuova Stagione con 15 concerti  che, a partire dal grande evento di apertura previsto per il 15 ottobre 2020, si spingerà fino al 6 maggio 2021. Un titolo evocativo che dimostra ancora una volta la stretta connessione con la città di Padova, per la quale l’OPV sostiene la candidatura “Padova Urbs Picta. La Cappella degli Scrovegni di Giotto e i cicli affrescati del Trecento a Padova” per l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO (World Heritage List UNESCO), anche attraverso l’utilizzo di alcune significative immagini tratte dai cicli di affreschi cittadini.

Al fine di garantire la totale sicurezza per il pubblico e i musicisti dell’Orchestra, l’OPV ha individuato nel Gran Teatro Geox  e nel Teatro Verdi  di Padova le nuove sedi presso le quali esibirsi: due spazi che consentono l’assegnazione di un posto fisso numerato per tutta la Stagione, nel pieno mantenimento delle distanze di sicurezza.
La 55a Stagione concertistica dell’Orchestra di Padova e del Veneto e? organizzata con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attivita? Culturali, della Regione Veneto, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, di Fondazione Antonveneta  e dei Mecenati “Art Bonus” Fondazione Cariparo, Fondazione Antonveneta – Banca Monte dei Paschi di Siena, APS Holding, e l’Associazione Amici dell’OPV.

Leggi il comunicato stampa completo
Scarica il programma della Stagione

Biglietti

  • INTERO € 20
  • RIDOTTO UNDER 35 € 20

I biglietti sono in vendita online su WEBtic e dal 15 marzo anche presso Gabbia Dischi (via Dante 8, Padova). Si precisa che i posti non sono numerati: la scelta del posto nella pianta risponde esclusivamente ad una esigenza di carattere tecnico e non è in alcun modo vincolante.

Acquista biglietti

  • TOPICS
  • Concerto di Primavera

© Orchestra di Padova e del Veneto, tutti i diritti riservati