Michela Antenucci

Michela Antenucci ha studiato canto con il M°Antonio Lemmo. Ha conseguito il Diploma Accademico di II livello in Canto con 110 e lode. Vincitrice di numerosi concorsi lirici internazionali, ultimo dei quali l’Ottavio Ziino 2016, nell’ambito operistico è stata anche regista e direttore di palcoscenico. Si è esibita in prestigiosi contesti e teatri come il R.O.F. di Pesaro, il Festival della Valle d’Itria di Martina Franca, il Teatro San Carlo di Napoli, il Carlo Felice di Genova, La Fenice di Venezia, il Verdi di Padova e all’estero in Giappone, Ungheria, Cina, Francia, Olanda, Germania, Svizzera, Russia, sempre su importanti palcoscenici. Dal 2012 amplia il suo repertorio con quello barocco e madrigalistico collaborando, anche per produzioni internazionali, con l’Ass.La Risonanza ed il M°Bonizzoni, con l’Ass.Costanzo Porta ed il M°Greco, e con il M°Fasolis. Ha cantato le opere sacre dei maggiori compositori e, negli ultimi anni, fra i ruoli debuttati spiccano Angelica (Orlando furioso- Vivaldi), Nannetta (Falstaff-Verdi), Musetta (La BohèmePuccini), Rosina (Il Barbiere di Siviglia-Rossini), Zerlina (Don Giovanni-Mozart), Coscoletto (Coscoletto-Hoffenbach), Giulietta/Stella (Les Contes d’Hoffmann-Hoffenbach). Due fra i suoi ultimi impegni sono stati presso il Teatro La Fenice di Venezia dove ha interpretato il ruolo di Tullia nell’Ottone in Villa di Vivaldi in occasione della prima apertura dopo il lockdown 2020, e presso il Teatro Comunale Pavarotti di Modena, dove ha debuttato nel ruolo di Didone in Dido and Aeneas di Purcell. Ha all’attivo anche un’ampia discografia di cui l’ultimo esempio è la prima incisione mondiale della cantata rossiniana La Riconoscenza, con l’Orchestra della Svizzera Italiana diretta dal M°Poschner, in cui Interpreta il ruolo principale di Argene.

Prossimi concerto

Tutti i concerti

© Orchestra di Padova e del Veneto, tutti i diritti riservati